Un gruppo d’amici vive tra amore e perdita, felicità e malinconie una vita scandita dai matrimoni a cui sono invitati. Tra loro c’è Charles, un giovane dongiovanni viziato e ritardatario. Ama moltissimo le donne, ma senza mai legarsi a loro finchè non conosce una bella americana per cui perde la testa.

Una commedia british, dal ritmo incalzante e un umorismo a denti stretti, ci racconta in maniera mai banale le vicende di questo gruppo d’amici. Una commedia forte ed originale, capace di toccare temi anche forti come le convivenze omosessuali in tempi in cui fare questo al cinema non era facile. Una sceneggiatura intelligente e dai tempi narrativi perfetti a cura del talento Richard Curtis (Notting Hill, I love Radio Rock) guida un cast eccezionale di talenti britannici.

Questo film conserva al suo interno una delle scene più toccanti del cinema inglese. Un discorso emozionante e profondo, con una bellissima poesia di W. H. Auden che nella versione italiana conserva una delle traduzioni  più belle che io abbia mai letto o sentito, l’unica che riesce a trasmettere l’intensità dei versi originali. Lasciatevi trasportare da una commedia che è cult.

Voto